Baghdad: attacco kamikaze, almeno 11 morti

Bombing in BaghdadUn attentatore suicida si é fatto esplodere domenica mattina presso un checkpoint in un quartiere nord di Baghdad uccidendo almeno 11 persone: lo hanno reso noto funzionari iracheni. L’attentatore, si é avvicinato a piedi al checkpoint e si é fatto saltare in aria ad uno degli ingressi del distretto shiita di Kadhimiyah, uccidendo almeno otto civili e tre poliziotti. Un membro delle forze di sicurezza che ha voluto mantenere l’anonimato ha detto che i feriti sono almeno 32. L’attacco per il momento non é stato rivendicato, ma si pensa che sia opera dello Stato Islamico. Fonte: www.ansa.it

Isis chiude la diga di Ramadi, rischio tragedia umanitaria

ISIS USA LA SETE COME ARMA IN IRAQ, CHIUSA DIGA SULL'EUFRATEIsis: chiusa diga Ramadi,rischio tragedia umanitaria
E’ allarme umanitario nella regione di Anbar confinante con la capitale Baghdad dopo che miliziani dello Stato islamico (Isis) hanno chiuso le condotte della diga di Ramadi sull’Eufrate, limitando l’afflusso di acqua in alcune località a est della città. Lo riferisce la tv panaraba al Arabiya. il governatore di Anbar, Sabah Karhut, ha confermato il drastico abbassamento del livello dell’Eufrate nei pressi di Habbaniya e Khaldiya, centri minori sulla strada per Baghdad e assediati dall’Isis. “Si rischia la tragedia umanitaria”, ha detto, citato dalla tv, Rafea Fahdawi, leader di una tribù locale in lotta contro l’Isis. Come riferisce oggi il quotidiano al Hayat, i jihadisti intendono attaccare Khaldiye e Habbaniya dopo aver costretto gli abitanti e le forze locali ad arrendersi perché senza più acqua potabile.

Scatta intanto l’offensiva dei jihadisti nel nord est della Siria

Intensi scontri sono in corso nel nord-est della Siria tra jihadisti dello Stato islamico (Isis) e forze governative. Lo riferiscono fonti locali secondo cui l’Isis ha lanciato per il secondo giorno consecutivo un’offensiva contro la prigione Juvenile a sud di Hasake, capoluogo dell’omonima regione a maggioranza curda. Le fonti precisano che i jihadisti hanno tentato di fare breccia tra le linee di difesa governative usando due attentatori suicidi. La battaglia è ancora in corso ma le notizie non possono essere verificate sul terreno.

Fonte: www.ansa.it

L’Isis rivendica gli attentati a Baghdad e in Arabia Saudita

Car bombs in parking lots of two hotels in BaghdadE’ stato lo Stato islamico a rivendicare la responsabile delle due esplosioni che questa notte hanno seminato il terrore a Baghdad e questa mattina in una moschea sciita in Arabia saudita, con un bilancio complessivo di una ventina di morti. Baghdad: Due potenti esplosioni avvenute questa notte nei parcheggi di due degli hotel più lussuosi della capitale – lo Sheraton (ribattezzato Cristal Hotel) e il Babil – hanno causato una ennesima strage nel paese martoriato dall’avanzata dell’Isis e da violentissimi scontri tra sunniti e sciiti. Secondo l’ultimi bilancio 15 persone sono morte persone e altre 42 sono rimaste ferite. Secondo i media locali le deflagrazioni – almeno due – si sono verificate poco prima della mezzanotte locale. Le prime immagini postate sui social media da alcuni testimoni, hanno mostrato fumo e fiamme provenire dal quartiere dove si trovano i due alberghi a cinque stelle. L’area ospita anche gli uffici di molti media stranieri e numerosi locali molto frequentati a quell’ora. In altre fotografie si vedono invece delle macchine carbonizzate, gente che corre e strade divelte. Continue reading

Iraq: morti e feriti

car bomb attack at the Al-ameen district northeast of BaghdadAlmeno 6 persone sono morte e 13 sono rimaste ferite – diverse in modo grave – nelle esplosioni di due autobomba, una a Baghdad e una nella provincia di Diyala, a nord-est della capitale, sotto il controllo delle forze governative. Lo rende noto la polizia. Uno degli attentati, con 3 morti e 7 feriti, e’ avvenuto nell’est di Baghdad, davanti ad un ristorante. L’altro a Khan Babi Saad, una localita’ nei pressi di Baquba, con un bilancio provvisorio di 3 uccisi e 6 feriti.

Fonte: www.ansa.it