Salat Al Istikhara

download“Istikhara” significa cercare la bontà di Allah (swt), quando si intende prendere una decisione importante. Colui che compie la preghiera istikhara, è come se chiedesse ad Allah l’Onnipotente: oh Conoscitore dell’ Invisibile (swt) guidami, questa cosa è buona per me o no? Ogni volta che un musulmano deve prendere una decisione, lui (o lei) dovrebbe cercare la guida e la saggezza di Allah (swt). Allah solo sa’ cosa è meglio per noi, e ci può essere del buono in ciò che noi percepiamo come male … e del male in ciò che noi percepiamo come bene. Se vi sono dubbi su una decisione che dovete prendere, vi è una preghiera specifica per la guida (Salat-l-Istikhara) che si può fare per chiedere l’aiuto di Allah nella decisione. E’ il caso che io sposi questa certa persona? Che io partecipi a questa scuola di specializzazione? Meglio questa offerta di lavoro o quella? Allah sa cosa è meglio per voi, e se non siete sicuri di una scelta, cercate la Sua guida. Continue reading

Ricetta: fattoush (Libano, Siria; Giordania, Egitto)

Fattoush-insalata-libanese-ricetta-parliamo-di-cucinaFATTOUSH: insalata di pane inumidito

Il Fattoush è una ricetta il cui nome in arabo letteralmente significa “pane inumidito”. Si tratta di un’insalata tipica di origine libanese che è però presente sulle tavole di tutto il Medio Oriente, dalla Siria alla Giordania, all’Egitto. Il Fattoush si prepara con pezzetti di pane fritto o al forno e un misto di verdure fresche, secondo la stagione. In inverno si aggiungono anche chicchi di melagrana. Molto gustoso e saporito, il Fattoush è ottimo anche per riciclare il pane avanzato, anche di altri tipi: in questo caso, riducetelo a dadini, poi procedete come indicato.

INGREDIENTI: pane arabo piatto – cetrioli – cipolla rossa – cuori di lattuga romana – succo di limone – un ciuffo di prezzemolo – un ciuffo di menta – pomodoro – sale – pepe – sumac Continue reading

Sangue di drago: l’oro rosso dello Yemen

1024px-Dragon's_blood_(Daemomorops_draco)Il sangue di drago è una resina di colore rosso, che si ottiene da numerose e differenti specie di piante: Croton, Dracaena, Daemonorops, Calamus e Pterocarpus. Questa resina rossa era usata nei tempi antichi per molti scopi: per laccare il legno, in medicina, come incenso e come tinta. Tuttora viene usata per alcuni di questi scopi, anche se ormai in modeste quantità, anche a causa del suo alto costo. Sotto questo nome si indicano diversi tipi di resine, ottenute da varie piante più o meno diffuse nelle zone tropicali o subtropicali del globo. Le resine vengono ottenute dalla essudazione di spaccature naturali della corteccia delle piante o anche da incisioni praticate appositamente sul tronco e sui rami, o dai frutti. I documenti più antichi rivelano che il primo Sangue di Drago abbondantemente raccolto e commerciato fu quello derivato dalla Dracaena cinnabari, una pianta endemica dell’isola di Socotra, nell’Oceano Indiano, tra lo Yemen e la Somalia. Continue reading

Forte bahla: la più bella delle fortezze

OMAN_300x300Forte Bahla (Arabo: قلعة بهلاء; traslitterato: Qal’at Bahla’) è una delle quattro fortezze storiche situate ai piedi del Djebel Akhdar in Oman. Venne costruito nel tredicesimo e quattordicesimo secolo, quando l’oasi di Bahla prosperava sotto il controllo della tribù di Banu Nebhan. Le mura in adobe e le torri si elevano 55 metri sopra le fondamenta in arenaria. Nell’angolo sud-occidentale si trova la moschea del Venerdì che possiede un mihrab trecentesco. Il forte non venne mai restaurato prima del 1987, e parti delle mura sono collassavano ogni anno durante la stagione delle piogge. Il forte è diventato un patrimonio dell’umanità nel 1987, e l’anno seguente è stato elencato tra quelli in pericolo. I lavori di restauro iniziarono negli anni novanta, e sono costati oltre sei milioni di sterline spese dal governo dell’Oman tra il 1993 ed il 1999. Venne coperto da un’impalcatura e chiuso al turismo per molti anni. Dall 2004 è considerato fuori pericolo. Il forte di Bahla, insieme a quelli vicini di Izki e Nizwa, ed a quello a nord di Rustaq, furono il centro della resistenza kharigita alla “normalizzazione” voluta dal califfo Hārūn al-Rashīd. La città di Bahla, comprensiva dell’oasi, del suq e del palmeto, è circondata da mura in adobe lunghe dodici chilometri. La città è nota anche per le proprie ceramiche.

Iraq: avvocatessa torturata e giustiziata in pubblico

6e04afc44d6e400fcb251e5b42ffbd63E’ stata torturata per cinque giorni l’avvocatessa e attivista per i diritti delle donne e delle minoranze, Samira al Nuaimy, ‘giustiziata’ in pubblico a Mosul, nel nord dell’Iraq. Lo riferisce l’Onu a Baghdad. I miliziani dell’Isis volevano che si “pentisse” per le critiche allo Stato islamico via Facebook. La donna ha rifiutato. L’episodio è avvenuto il 22 settembre, ma senza precisare le modalità dell’esecuzione. Il responsabile della missione dell’Onu a Baghdad, Nikolay Mladenov, ha definito l’uccisione dell’avvocatessa “un crimine rivoltante”. Samira al Nuaimy era particolarmente attiva sui social network, con interventi in cui promuoveva i diritti delle donne e delle minoranze e criticava le azioni dell’Isis, in particolare la distruzione dei siti storici e religiosi considerati eretici nella visione dei fondamentalisti sunniti. L’avvocatessa era stata arrestata il 17 settembre, ma si era rifiutata di fare atto di pentimento per le opinioni espresse. Una Corte islamica dei jihadisti l’ha quindi condannata a morte. Mladenov ha rivolto un appello al governo iracheno e alla comunita’ internazionale perche’ “facciano fronte al pericolo che minaccia la vita, la pace e la sicurezza dell’Iraq e degli iracheni” e perche’ “facciano tutto il possibile per assicurare alla giustizia gli autori di questi crimini”.

Fonte: www.ansa.it

Strage di San Bernardino in California. Obama: “Stop con le armi facili”. L’Isis inneggia: “Killer nostri soldati”

downloadAncora tensione negli Stati Uniti e dopo la strage in California e l’ennesima forte presa di posizione di Barack Obama contro le armi facili, un nuovo episodio in Wisconsin dove è stato arrestato l’uomo che è entrato in un negozio di moto a Neenah, aprendo il fuoco e prendendo alcuni ostaggi. Due le persone che sono rimaste ferite durante la sparatoria, tra cui un poliziotto, ma le loro condizioni non sono gravi. Obama: Strage di San Bernardino in California “tragedia per tutto il Paese” – “Stiamo indagando sul caso come un atto di terrorismo”L’FBI, dopo due giorni di indagini, tenta di mettere un primo punto fermo sulla strage di San Bernardino, in California, costata la vita a 14 persone. Una “tragedia per tutto il Paese”, ha detto il presidente Usa Barack Obama sottolineando che: “i nostri cuori sono a San Bernardino, un’altra comunità americana distrutta dalla violenza indicibile”. Continue reading

Yemen: esplosione uccide governatore Aden

Bomb explosion in SanaaIl governatore di Aden, nello Yemen, e sei guardie del corpo sono morti oggi in un’esplosione: lo rendono noto funzionari della sicurezza. L’attentato è stato rivendicato da un gruppo affiliato all’Isis. I funzionari della sicurezza, che hanno voluto mantenere l’anonimato, hanno riferito che al momento dell’esplosione il governatore – Gaafar Mohamed Saad – si trovava a bordo di un’auto accompagnato dalla sua scorta nella zona di Rimbaud della città portuale. Il gruppo jihadista responsabile dell’attentato ha avvertito i “leader degli infedeli” nello Yemen che eseguirà “operazioni per tagliare le loro teste marce”. Il gruppo, che ha definito Saad un “tiranno”, ha inoltre indicato che la bomba usata per uccidere i governatore e le sue guardie del corpo si trovava in un’auto parcheggiata ed è stata fatta esplodere al passaggio del convoglio di Saad.

Fonte: www.ansa.it

Assad: l’azione del Regno Unito diffonderà il cancro Isis

Isis: Assad, azione Gb diffonderà 'cancro' terroreL’intervento “illegale” del Regno Unito in Siria contro l’Isis servirà solo a diffondere il “cancro” del terrorismo: lo ha detto il presidente siriano Bashar al Assad nel corso di un’intervista al Sunday Times. Assad accusa inoltre Londra di esportare gli estremisti nel suo Paese e afferma che l’Europa – non la Siria – è diventata l’incubatore del terrorismo che adesso minaccia l’Occidente con le cellule dormienti pronte ad attaccare. “Anzitutto direi che (le operazioni britanniche in Siria) non daranno alcun risultato – ha detto il presidente siriano -. Secondo (l’intervento) sarà dannoso e illegale e darà sostegno al terrorismo, come è successo dopo che la coalizione ha cominciato le sue operazioni circa un anno fa, perchè questo è come un cancro. Non si può tagliare il cancro. Bisogna estrarlo. Questo tipo di operazione è come tagliare il cancro e lo farà diffondere nel corpo ancora più velocemente”.

Fonte: www.ansa.it