Isis: Ravenna, bloccato ‘foreign fighter’

Isis: fermato Ravenna; Polizia lo ha stanato su Fb e in chatPer ora la sua ‘guerra santa’ la inseguiva su Facebook. “Sto arrivando, se Allah lo vuole. Voglio fare la Jihad per Allah”, scriveva un mese fa chattando con chi gli si presentava come palestinese e diceva di essere a Yarmouk, campo profughi alle porte di Damasco. Ma Noussair Louati, tunisino di 27 anni fermato a Ravenna dalla Digos, in Siria a combattere per l’Is voleva andare sul serio. Ci aveva provato comprando il biglietto aereo per Instanbul, da Bergamo. Tentativo fallito: non gli avevano concesso il passaporto. Oggi, attraverso un altro contatto, sarebbe dovuto partire per la Germania. Stanato sui social, il presunto ‘foreign fighter’ è stato bloccato la scorsa notte in strada nel quartiere della Darsena della città romagnola, dietro alla stazione ferroviaria e a due passi da dove abita la moglie italiana dalla quale ha avuto una figlia. Come ricordato dal ministro dell’Interno Angelino Alfano è la prima applicazione della disposizione, contenuta nella nuova normativa contro il terrorismo, che sanziona la condotta di chi si arruola in modo autonomo in un’organizzazione terroristica. Le Digos di Ravenna e di Bologna, coordinate dal Procuratore capo della Dda Roberto Alfonso e dai Pm bolognesi Antonella Scandellari e Antonello Gustapane, erano sulle tracce di Louati dall’11 febbraio, quando era andato fino al centro culturale islamico di viale Jenner a Milano per cercare, invano, un contatto per arruolarsi il prima possibile. Continue reading

Yemen: 28 morti in raid e scontri Aden

5152f3d03a2e0022fc517d07dbeb42c8E’ di almeno 28 morti il bilancio degli scontri e dei raid aerei della coalizione a guida saudita sullo Yemen nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il corrispondente di Sky New Arabic. Almeno 15 i morti causati da un bombardamento nel centro del paese, mentre altre 13 persone, affermano fonti ospedaliere, sono rimaste uccise in violenti scontri ad Aden tra ribelli Houthi e forze fedeli al presidente Abed Rabbo Mansur Hadi. Non è accertato il bilancio dei raid odierni sauditi contro i ribelli ad Aden. Fonte: www.ansa.it

Egitto: Sinai, 5 soldati uccisi da ordigno

Blast in cairoUn ordigno artigianale, ied, piazzato sul ciglio della strada è esploso questa mattina al passaggio di un veicolo militare egiziano nel nord del Sinai. Il bilancio è di 5 soldati uccisi e 8 feriti. Lo riferiscono i media egiziani. Nella regione il principale gruppo jihadista, Ansar beit al Maqdis, che combatte contro i militari del Cairo ha giurato fedeltà all’Isis. Fonte: www.ansa.it

 

Islaele: nevicate in Galilea e sul Golan

Golan Heights Snow stormUn’ondata di maltempo investe da ieri diverse regioni di Israele, in particolare l’Alta Galilea e le alture del Golan: in alcune località bufere di neve come non se ne vedevano da una decina di anni. Piogge intense sul litorale mediterraneo e nella zona di Gerusalemme. Perciò sono in piena diversi corsi d’acqua che dalle alture di Gerusalemme portano verso la depressione del Mar Morto. Alcune strade sono chiuse al traffico. Piogge insistenti e forti venti anche nel deserto del Neghev. Fonte: www.ansa.it

Allagati prefabbricati di sfollati Gaza

Heavy rain in GazaUn’ondata di maltempo si è abbattuta sulla Striscia di Gaza, rendendo ancora più difficili le condizioni di vita di migliaia di palestinesi sfollati dopo il conflitto della scorsa estate con Israele. Abbondanti piogge hanno provocato allagamenti in diversi rioni, fra cui Sajaya e Beit Hanun, nel nord della Striscia ha colpito anche la grandine. Un tratto della via principale è stato chiuso al traffico. In alcune zone le case prefabbricate messe a disposizione degli sfollati sono allagate. Fonte: www.ansa.it

Bomba in stazione polizia Sinai

At least six killed and up to 40 wounded in attack on Sinai police stationHa ucciso almeno sei persone, tra cui un poliziotto, un’autobomba esplosa all’ingresso della più importante stazione di polizia di El-Arish, capitale della provincia settentrionale egiziana del Sinai. Lo hanno riferito le autorità aggiungendo che molti civili sono rimasti feriti. La deflagrazione ha gravemente danneggiato l’edificio di tre piani e numerose abitazioni, lasciando un profondo cratere nell’area residenziale. Fonte: www.ansa.it

L’occhio di Horus

9788845421464Egitto, 1359 a.C. La regina Nefertiti partorisce in gran segreto una bambina, Aset. Denver, trentatré secoli dopo. Kate McKinnon, illustratrice scientifica, viene incaricata dal museo della città di ricostruire il volto di Tashat, una mummia egizia. Sottoponendola ai raggi X, Kate è colpita da inquietanti particolari: lo scheletro della giovane donna presenta segni di numerose fratture e ha, fra le gambe, il cranio mozzato di un uomo. Ad aiutarla nelle indagini è Max Cavanaugh, radiologo, uomo maturo e di grande fascino. Max e Kate si innamorano a poco a poco. E, a poco a poco, svolgendo le fasciature di Tashat, viene alla luce una storia incredibile, quella di Aset, nata e vissuta in un’epoca splendida e sanguinaria.