Ricetta: fattoush (Libano, Siria; Giordania, Egitto)

Fattoush-insalata-libanese-ricetta-parliamo-di-cucinaFATTOUSH: insalata di pane inumidito

Il Fattoush è una ricetta il cui nome in arabo letteralmente significa “pane inumidito”. Si tratta di un’insalata tipica di origine libanese che è però presente sulle tavole di tutto il Medio Oriente, dalla Siria alla Giordania, all’Egitto. Il Fattoush si prepara con pezzetti di pane fritto o al forno e un misto di verdure fresche, secondo la stagione. In inverno si aggiungono anche chicchi di melagrana. Molto gustoso e saporito, il Fattoush è ottimo anche per riciclare il pane avanzato, anche di altri tipi: in questo caso, riducetelo a dadini, poi procedete come indicato.

INGREDIENTI: pane arabo piatto – cetrioli – cipolla rossa – cuori di lattuga romana – succo di limone – un ciuffo di prezzemolo – un ciuffo di menta – pomodoro – sale – pepe – sumac Continue reading

Zafferano dell’Iran: storia e caratteristiche

raccolta-zafferano_2006103019040_raccolta-zafferanoPianta dello zafferano: storia e caratteristiche

La pianta dello zafferano rappresenta una delle più diffuse tra le coltivazioni presenti nei paesi del Mediterrano. Tra le aree di maggiore produzione ci sono paesi come l’Asia e l’Iran ma non mancano piccole coltivazioni anche in Europa e, in particolare, in Italia dove si coltiva soprattutto nelle regioni centrali della penisola, tra cui le Marche, l’Abruzzo e la Toscana.

Pianta dello zafferano: le origini del nome

Al di là delle coltivazioni e delle mille applicazioni che lo zafferano trova sia in cucina che in ambito medicinale, è importante analizzare la storia stessa di questa parola che, nel suo significato originale, racchiude già il senso e il valore di questa spezia. Il termine zafferano, infatti, deriva dal sostantivo latino safranum. Questo nome latino, tuttavia, non riconduce all’origine vera e propria di questa spezia che, per la verità, è di derivazione araba. La parola latina safranum, infatti, è a sua volta riconducibile ad un sostantivo di origine araba, za faran che, letteralmente, significa ‘giallo’. Dietro il significato della parola zafferano, quindi, si nasconde una delle sue grandi caratteristiche, ossia il colore ma anche uno dei paesi in cui la produzione di questa spezia è più abbondante che altrove. Continue reading

Ricetta: Kaab el ghazal (Marocco)

images (1)KAAB EL GHAZAL: mezzelune alle mandorle

INGREDIENTI: per la pasta  200 gr di farina 00 – 60 gr di burro – 2 tuorli – 1 cucchiaio di zucchero a velo – 0.3 dl di acqua di fiori di arancio – sale – per il ripieno – 2 tuorli – 200 gr di mandorle pelate – 120 gr di zucchero a velo – 30 gr di burro – 1/2 cucchiaino di cannella in polvere – 0.3 dl di acqua di fiori di arancio Continue reading

Ricetta: melanzane agrodolci (Algeria)

Melanzane_in_agrodolce_21262MELANZANE AGRODOLCI: Badigian bi ruman

INGREDIENTI: 2 melanzane – 1 cipolla – 2 spicchi d’aglio – 2 pomodori – 1 rametto di menta – 3 cucchiai di aceto di vino bianco – 1 ciuffo di prezzemolo – 30 gr. di zucchero – 2 cucchiai di sciroppo di melograno – 2 cucchiai di olio di oliva – sale.

Lavate le melanzane, mondatele senza sbucciarle e trìagliatele a dadini. Continue reading

Ricetta: slada del ghella (Marocco)

download (1)SLADA DEL GHELLA: macedonia ai fiori d’arancio

INGREDIENTI: 2 Kg. di frutta di stagione – 100 gr. di zucchero – 3 limoni – 3 arance – 2 cucchiai di acqua di fiori d’arancio – 1 cucchiaio di miele.

Sbucciate la frutta e tagliatela a cubetti, spremete i limoni e le arance e mescolate lo zucchero e il miele con il succo. Versate la frutta in un’insalatiera e bagnate con il succo zuccherato. Appena prima di servire aggiungete l’acqua di fiori d’arancio.

 

Ricetta: kadin budu kofte (Turchia)

download (3)KADIN BUDU KOFTE: crocchette di carne macinata

INGREDIENTI

1 Kg. di carne macinata di montone – 4 cipolle – 4 uova – 1 bicchiere di farina – 2 bicchieri di olio vegetale – 1 mazzetto di prezzemolo – sale e pepe

Rosolare le cipolle con 2/3 della carne macinata per 15 minuti mescolando bene. Far bollire il riso in acqua per circa 10 minuti. Una volta raffreddato, metterlo in un’insalatiera con la carne cotta e quella cruda, il prezzemolo tritato, 4 uova, sale e pepe. Impastare bene con le mani e fare delle polpettine appiattite. Passarle nella farina e poi in 2 uova sbattute. Friggere in olio bollente

Ricetta: bamia (Medio Oriente)

images (1)BAMIA: okra

INGREDIENTI

300 gr di okra fresca – 200 gr di pomodorini – 2 peperoncini rossi – 1 cipolla rossa – 1 spicchio d’aglio – aceto di vino bianco – olio e sale

In una padella a freddo, mettere un po’ di olio, la cipolla tagliata a fettine sottili e lo spicchio d’aglio schiacciato. Mettere sul fuoco e soffriggere fino a quando la cipolla diventa trasparente.  Continue reading

Ricetta: khoresh bademjan (Iran)

lKHORESH BADEMJAN: stufato di pollo con verdure

INGREDIENTI

1 pollo del peso di circa 1,5 Kg. pulito – 1 cipolla – 2 spicchi di aglio – 400 gr. di pomodori – 3 melanzane – 1 peperone rosso – 1 peperone verde – 1 peperone giallo – un cucchiaio di succo di limone – 1 cucchiaio di cannella in polvere – 150 gr. di riso basmati già cotto – 3 dl. di olio di semi di girasole – sale e pepe Continue reading

Ricetta: caffè arabo (Medio Oriente)

downloadQAHWA: caffè arabo

INGREDIENTI

1 seme di cardamomo – 2 cucchiani di caffè – 5 cucchiai di acqua – zucchero a piacere – 1 goccia di acqua di fiori di arancio

Mettete l’acqua nella caffettiera e aggiungete il caffè, lo zucchero e il cardamomo. Portate ad ebollizione a fuoco medio, togliete dal fuoco e ripetete l’operazione. il caffè deve salire 3 volte, ogni volta ritirate il recipiente dalla fiamma. Aggiungete una goccia di acqua di fiori di arancio nella tazzina. servite caldo, possibilmente in tazzine piccole e senza manico.

Il caffè arabo viene preparato in una caffettiera a manico lungo ed assume nomi diversi a seconda del Paese: zezoua in Tunisia, rakwè in Libano, kanaka in Egitto!!

Ricetta: taratur bi tahina (Medio Oriente)

Hommos 2TARATUR BI TAHINA : crema di tahina e aglio

INGREDIENTI

1/2 tazza di tahina – 2 spicchi di aglio schiacciati – succo di 2 limoni – sale – prezzemolo tritato – 300 ml. di latte o di acqua fredda

Versate la tahina in una ciotola con l’aglio schiacciato. Mescolate energicamente con un cucchiaio di legno per qualche minuto, poi versate il succo di limone poco alla volta, girando continuamente. Aggiungete il sale, il latte (o acqua) e il prezzemolo fino ad ottenere una salsa densa come la maionese. Servite in una ciotola.